stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Città di Nucetto
Stai navigando in : Il Comune > Gli Uffici > SERVIZI DEMOGRAFICI

ico_anagrafe.png
SERVIZI DEMOGRAFICI

Modulistica


MODULO OPZIONE ELETTORI TEMPORANEAMENTE ESTERO REFERENDUM 29 MARZO 2020

Regolamenti


REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI
Inserito sul sito il 26/03/2020 alle ore 17:26:03 per numero giorni 252

Come fare per


Cos'è il cambio di residenza in tempo reale
Con l'entrata in vigore del cosiddetto Decreto semplificazione (DL n. 5 del 09/02/2012 convertito in Legge n. 35 del 04/04/2012) il cambio di residenza avviene in tempi molto brevi, infatti:

trascorsi 2 giorni lavorativi dalla presentazione della dichiarazione il cittadino diviene residente 

Gli accertamenti dell'Ufficio Anagrafe avvengono nei 45 giorni successivi.
 
Gli effetti giuridici delle dichiarazioni decorrono dalla data di presentazione.

ATTENZIONE:
Con la Circolare del Ministero dell'interno n. 14 del 6.8.2014 è stato stabilito che tutte le richieste di residenza presentate da coloro che occupano abusivamente un immobile, sono nulle.
Parimenti sono nulli anche tutti gli allacciamenti alle utenze domestiche (acqua, luce, gas, ecc.).
Pertanto all'interno del modulo di residenza devono essere riportati i dati relativi al diritto di occupazione dell'immobile (estremi del contratto di affitto, dati catastali dell'immobile, ecc.)
 
Come si effettua il cambio di residenza
Le persone che si trasferiscono nel Comune di Nucetto devono comunicarlo all'Ufficio Anagrafe compilando il modulo prestampato. Possono presentarlo con una delle seguenti modalità:
 
- recandosi all'Ufficio Anagrafe
- inviando la dichiarazione per raccomandata a:
Comune di Nucetto - Ufficio Anagrafe
Via Nazionale, 75
12070 Nucetto - Cuneo
- inviando la documentazione via Fax allo 0174-74092
- tramite e-mail all'indirizzo: nucetto@ruparpiemonte.it
- tramite pec all'indirizzo: nucetto@cert.ruparpiemonte.it

Condizioni essenziali ai fini dell'accoglimento dell'istanza sono la firma e il documento di riconoscimento di ogni maggiorenne che si trasferisce.
Inoltre è necessario compilare obbligatoriamente i campi contrassegnati con l'asterisco (*) nel modulo di richiesta.
 
Al fine di ottenere il cambio di residenza sul libretto di circolazione dei veicoli occorre compilare i campi  del modulo di richiesta contrassegnati da tre asterischi (***).
 
Per i cittadini stranieri
I cittadini dell'Unione europea, per soggiornare in Italia per oltre 3 mesi, devono richiedere l''iscrizione anagrafica e, contestualmente possono chiedere anche l'attestazione di regolare soggiorno (non permanente). Se provengono da altri Comuni italiani o cambiano indirizzo all'interno del Comune di Nucetto e sono già in possesso dell'attestazione suddetta non devono chiederla ulteriormente.
Tutti i documenti da presentare per ottenere la residenza nel Comune di Nucetto sono indicati nell'Allegato B.

I cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea devono presentare il permesso di soggiorno e gli altri documenti indicati nell'Allegato A.
 
Annotazioni sul libretto di circolazione
I bollini che riportano il nuovo indirizzo di residenza, da apporre sul libretto di circolazione dei veicoli, si ottengono indicando, nella dichiarazione del cambio di residenza, le targhe dei veicoli posseduti.
 
L'Ufficio Anagrafe provvede a comunicare al Ministero dei Trasporti - Direzione Generale della Motorizzazione Civile - i nominativi dei titolari della carta di circolazione di tutti i veicoli posseduti (ciclomotori compresi).
 
Entro 180 giorni dalla dichiarazione di cambio di residenza, gli interessati riceveranno i bollini adesivi direttamente a domicilio, da parte del Ministero dei Trasporti. 
In caso di ritardi nel ricevimento dei bollini, chiamare il Numero Verde 800-232323 dal Lunedì al Venerdì 8.30-13.30 e 14.30-17.30

Nel frattempo farà fede la comunicazione di inizio del procedimento rilasciata dall'ufficio Anagrafe, che dovrà essere conservata assieme ai rispettivi documenti ed esibita su richiesta.
 
Questa procedura non è prevista per le carte di circolazione degli autobus, dei veicoli destinati al trasporto di cose di massa complessiva superiore a 6 tonnellate, dei taxi, dei veicoli adibiti a noleggio con conducente e dei veicoli intestati a persone giuridiche per i quali occorre rivolgersi alla Motorizzazione civile - Frazione Madonna dell'Olmo via Motorizzazione - 12020 Cuneo - recapito tel. 0171.411622 - fax 0171.411067
 
Nel caso che un precedente cambio di residenza non sia stato riportato sul libretto di circolazione, è necessario rivolgersi direttamente alla Motorizzazione civile.
 
Esito della dichiarazione
Nei casi di presentazione della dichiarazione allo sportello, l'Ufficio Anagrafe rilascia agli interessati la comunicazione di avvio del procedimento informandoli che l'ufficio accerterà la sussistenza dei requisiti previsti per l'iscrizione anagrafica e che, trascorsi 45 giorni senza che venga comunicata la mancanza dei requisiti, l'iscrizione è confermata.
Stessa comunicazione di inizio del procedimento sarà ricevuta entro qualche giorno dalla presentazione della dichiarazione agli interessati e agli eventuali controinteressati che utilizzano una diversa modalità di presentazione.
 
Qualora gli accertamenti della dimora abituale diano esito negativo o sia stata verificata l'assenza dei requisiti, l'interessato riceverà una comunicazione e potrà presentare le proprie osservazioni e/o documenti entro 10 giorni dal ricevimento.
 
In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero (dichiarazioni mendaci in base all'art. 76 DPR 445/2000) l'Ufficio provvederà ad effettuare una segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza in merito alle discordanze riscontrate, nonché verrà ripristinata la situazione anagrafica precedente (art. 75 DPR 445/2000).
 
Normativa di riferimento
D.P.R. 223 del 30/08/1989: "Nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente"
D. Lgs. n. 30/2007: "Attuazione della direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini dell'Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri"
Circolare Ministero Interno n. 18 del 21/07/2009
Legge 4 aprile 2012, n. 35: "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo"
D. Lgs. 16 gennaio 2013, n. 2: "Modifiche ed integrazioni ai decreti legislativi 18 aprile 2011, n. 59 e 21 novembre 2005, n. 286, nonché attuazione della direttiva 2011/94/UE recante modifiche della direttiva 2006/126/CE, concernente la patente di guida"
Circolare del Ministero dell'Interno n. 14 del 06/08/2014
 
Cos'è il cambio di residenza in tempo reale
Con l'entrata in vigore del cosiddetto Decreto semplificazione (DL n. 5 del 09/02/2012 convertito in Legge n. 35 del 04/04/2012) il cambio di residenza avviene in tempi molto brevi, infatti:

trascorsi 2 giorni lavorativi dalla presentazione della dichiarazione il cittadino diviene residente 

Gli accertamenti dell'Ufficio Anagrafe avvengono nei 45 giorni successivi.
 
Gli effetti giuridici delle dichiarazioni decorrono dalla data di presentazione.

ATTENZIONE:
Con la Circolare del Ministero dell'interno n. 14 del 6.8.2014 è stato stabilito che tutte le richieste di residenza presentate da coloro che occupano abusivamente un immobile, sono nulle.
Parimenti sono nulli anche tutti gli allacciamenti alle utenze domestiche (acqua, luce, gas, ecc.).
Pertanto all'interno del modulo di residenza devono essere riportati i dati relativi al diritto di occupazione dell'immobile (estremi del contratto di affitto, dati catastali dell'immobile, ecc.)
 
Come si effettua il cambio di residenza
Le persone che si trasferiscono nel Comune di Nucetto devono comunicarlo all'Ufficio Anagrafe compilando il modulo prestampato. Possono presentarlo con una delle seguenti modalità:
 
- recandosi all'Ufficio Anagrafe
- inviando la dichiarazione per raccomandata a:
Comune di Nucetto - Ufficio Anagrafe
Via Nazionale, 75
12070 Nucetto - Cuneo
- inviando la documentazione via Fax allo 0174-74092
- tramite e-mail all'indirizzo: nucetto@ruparpiemonte.it
- tramite pec all'indirizzo: nucetto@cert.ruparpiemonte.it

Condizioni essenziali ai fini dell'accoglimento dell'istanza sono la firma e il documento di riconoscimento di ogni maggiorenne che si trasferisce.
Inoltre è necessario compilare obbligatoriamente i campi contrassegnati con l'asterisco (*) nel modulo di richiesta.
 
Al fine di ottenere il cambio di residenza sul libretto di circolazione dei veicoli occorre compilare i campi  del modulo di richiesta contrassegnati da tre asterischi (***).
 
Per i cittadini stranieri
I cittadini dell'Unione europea, per soggiornare in Italia per oltre 3 mesi, devono richiedere l''iscrizione anagrafica e, contestualmente possono chiedere anche l'attestazione di regolare soggiorno (non permanente). Se provengono da altri Comuni italiani o cambiano indirizzo all'interno del Comune di Nucetto e sono già in possesso dell'attestazione suddetta non devono chiederla ulteriormente.
Tutti i documenti da presentare per ottenere la residenza nel Comune di Nucetto sono indicati nell'Allegato B.

I cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea devono presentare il permesso di soggiorno e gli altri documenti indicati nell'Allegato A.
 
Annotazioni sul libretto di circolazione
I bollini che riportano il nuovo indirizzo di residenza, da apporre sul libretto di circolazione dei veicoli, si ottengono indicando, nella dichiarazione del cambio di residenza, le targhe dei veicoli posseduti.
 
L'Ufficio Anagrafe provvede a comunicare al Ministero dei Trasporti - Direzione Generale della Motorizzazione Civile - i nominativi dei titolari della carta di circolazione di tutti i veicoli posseduti (ciclomotori compresi).
 
Entro 180 giorni dalla dichiarazione di cambio di residenza, gli interessati riceveranno i bollini adesivi direttamente a domicilio, da parte del Ministero dei Trasporti. 
In caso di ritardi nel ricevimento dei bollini, chiamare il Numero Verde 800-232323 dal Lunedì al Venerdì 8.30-13.30 e 14.30-17.30

Nel frattempo farà fede la comunicazione di inizio del procedimento rilasciata dall'ufficio Anagrafe, che dovrà essere conservata assieme ai rispettivi documenti ed esibita su richiesta.
 
Questa procedura non è prevista per le carte di circolazione degli autobus, dei veicoli destinati al trasporto di cose di massa complessiva superiore a 6 tonnellate, dei taxi, dei veicoli adibiti a noleggio con conducente e dei veicoli intestati a persone giuridiche per i quali occorre rivolgersi alla Motorizzazione civile - Frazione Madonna dell'Olmo via Motorizzazione - 12020 Cuneo - recapito tel. 0171.411622 - fax 0171.411067
 
Nel caso che un precedente cambio di residenza non sia stato riportato sul libretto di circolazione, è necessario rivolgersi direttamente alla Motorizzazione civile.
 
Esito della dichiarazione
Nei casi di presentazione della dichiarazione allo sportello, l'Ufficio Anagrafe rilascia agli interessati la comunicazione di avvio del procedimento informandoli che l'ufficio accerterà la sussistenza dei requisiti previsti per l'iscrizione anagrafica e che, trascorsi 45 giorni senza che venga comunicata la mancanza dei requisiti, l'iscrizione è confermata.
Stessa comunicazione di inizio del procedimento sarà ricevuta entro qualche giorno dalla presentazione della dichiarazione agli interessati e agli eventuali controinteressati che utilizzano una diversa modalità di presentazione.
 
Qualora gli accertamenti della dimora abituale diano esito negativo o sia stata verificata l'assenza dei requisiti, l'interessato riceverà una comunicazione e potrà presentare le proprie osservazioni e/o documenti entro 10 giorni dal ricevimento.
 
In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero (dichiarazioni mendaci in base all'art. 76 DPR 445/2000) l'Ufficio provvederà ad effettuare una segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza in merito alle discordanze riscontrate, nonché verrà ripristinata la situazione anagrafica precedente (art. 75 DPR 445/2000).
 
Normativa di riferimento
D.P.R. 223 del 30/08/1989: "Nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente"
D. Lgs. n. 30/2007: "Attuazione della direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini dell'Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri"
Circolare Ministero Interno n. 18 del 21/07/2009
Legge 4 aprile 2012, n. 35: "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo"
D. Lgs. 16 gennaio 2013, n. 2: "Modifiche ed integrazioni ai decreti legislativi 18 aprile 2011, n. 59 e 21 novembre 2005, n. 286, nonché attuazione della direttiva 2011/94/UE recante modifiche della direttiva 2006/126/CE, concernente la patente di guida"
Circolare del Ministero dell'Interno n. 14 del 06/08/2014
 
Di cosa si tratta
Al momento del rilascio o rinnovo della propria Carta d'Identità, ogni cittadino maggiorenne puó manifestare il proprio consenso o diniego alla donazione di organi e tessuti attraverso una dichiarazione.
La propria volontà di diventare donatore di organi puó essere espressa anche attraverso altre modalità: 
con una dichiarazione, resa in carta libera o su moduli appositamente predisposti da enti pubblici e dalle associazioni dei donatori, da cui risultino, oltre alla volontà in ordine alla donazione degli organi e dei tessuti, i dati personali, la data e la firma;
con una dichiarazione resa presso le aziende sanitarie, le aziende ospedaliere o gli ambulatori dei medici di medicina generale;
con una dichiarazione resa presso i Centri Regionali per i Trapianti (CRT).

Tutte le manifestazioni di volontà, in qualunque modo siano espresse, vengono raccolte in un'unica banca dati nazionale: il "Sistema Informativo dei Trapianti" (S.I.T.)
Il SIT viene consultato per ciascun soggetto potenziale donatore che si trova in stato di accertamento di morte cerebrale dai Centri Regionali per i Trapianti in modalità continua - H 24.
La consultazione del SIT non è, peró, l'unico mezzo a disposizione dei sanitari per accertare la volontà del paziente in ordine alla donazione. Oltre alla verifica dell'esistenza di una dichiarazione di volontà registrata nel SIT, il sanitario procede alla verifica del possesso di una dichiarazione scritta (tesserino blu, donor card, ecc.) da parte del soggetto stesso o dell'esistenza di una volontà dichiarata presso i famigliari.
Si rappresenta, infatti, che ai sensi di legge risulta valida l'ultima dichiarazione di volontà resa in ordine di tempo.

Come rendere la dichiarazione di volontà in Comune
All'atto del rilascio o rinnovo della Carta d'Identità, il cittadino maggiorenne che lo desidera puó esprimere il consenso o diniego alla donazione degli organi mediante la sottoscrizione di una apposita dichiarazione.
Tale dichiarazione deve essere resa in doppia copia in quanto una copia sarà conservata agli atti d'archivio (e verrà poi inviata al SIT a cura del Comune), un'altra sarà consegnata al dichiarante come ricevuta e non deve necessariamente accompagnare la carta d'identità.
Solo su espressa richiesta del cittadino il dato, circa l'assenso alla donazione di organi/tessuti oppure il diniego alla donazione di organi/tessuti, puó essere anche riportato sul documento d'identità. Occorre in tal caso ricordare che la carta d'identità ha una validità decennale e che puó essere duplicata prima della scadenza solo in determinati casi quali: furto, smarrimento, deterioramento, cambio cittadinanza, cambio generalità.

In qualunque momento il cittadino puó, comunque, modificare la propria volontà precedentemente registrata nel SIT, recandosi presso la propria ASL di appartenenza, oppure le Aziende Ospedaliere o gli ambulatori dei medici di medicina generale o i Centri Generali per i Trapianti.
Sarà sempre valida e consultabile nel SIT, da parte del Centro Regionale per i Trapianti, l'ultima volontà espressa dal cittadino.
Di cosa si tratta
Al momento del rilascio o rinnovo della propria Carta d'Identità, ogni cittadino maggiorenne puó manifestare il proprio consenso o diniego alla donazione di organi e tessuti attraverso una dichiarazione.
La propria volontà di diventare donatore di organi puó essere espressa anche attraverso altre modalità: 
con una dichiarazione, resa in carta libera o su moduli appositamente predisposti da enti pubblici e dalle associazioni dei donatori, da cui risultino, oltre alla volontà in ordine alla donazione degli organi e dei tessuti, i dati personali, la data e la firma;
con una dichiarazione resa presso le aziende sanitarie, le aziende ospedaliere o gli ambulatori dei medici di medicina generale;
con una dichiarazione resa presso i Centri Regionali per i Trapianti (CRT).

Tutte le manifestazioni di volontà, in qualunque modo siano espresse, vengono raccolte in un'unica banca dati nazionale: il "Sistema Informativo dei Trapianti" (S.I.T.)
Il SIT viene consultato per ciascun soggetto potenziale donatore che si trova in stato di accertamento di morte cerebrale dai Centri Regionali per i Trapianti in modalità continua - H 24.
La consultazione del SIT non è, peró, l'unico mezzo a disposizione dei sanitari per accertare la volontà del paziente in ordine alla donazione. Oltre alla verifica dell'esistenza di una dichiarazione di volontà registrata nel SIT, il sanitario procede alla verifica del possesso di una dichiarazione scritta (tesserino blu, donor card, ecc.) da parte del soggetto stesso o dell'esistenza di una volontà dichiarata presso i famigliari.
Si rappresenta, infatti, che ai sensi di legge risulta valida l'ultima dichiarazione di volontà resa in ordine di tempo.

Come rendere la dichiarazione di volontà in Comune
All'atto del rilascio o rinnovo della Carta d'Identità, il cittadino maggiorenne che lo desidera puó esprimere il consenso o diniego alla donazione degli organi mediante la sottoscrizione di una apposita dichiarazione.
Tale dichiarazione deve essere resa in doppia copia in quanto una copia sarà conservata agli atti d'archivio (e verrà poi inviata al SIT a cura del Comune), un'altra sarà consegnata al dichiarante come ricevuta e non deve necessariamente accompagnare la carta d'identità.
Solo su espressa richiesta del cittadino il dato, circa l'assenso alla donazione di organi/tessuti oppure il diniego alla donazione di organi/tessuti, puó essere anche riportato sul documento d'identità. Occorre in tal caso ricordare che la carta d'identità ha una validità decennale e che puó essere duplicata prima della scadenza solo in determinati casi quali: furto, smarrimento, deterioramento, cambio cittadinanza, cambio generalità.

In qualunque momento il cittadino puó, comunque, modificare la propria volontà precedentemente registrata nel SIT, recandosi presso la propria ASL di appartenenza, oppure le Aziende Ospedaliere o gli ambulatori dei medici di medicina generale o i Centri Generali per i Trapianti.
Sarà sempre valida e consultabile nel SIT, da parte del Centro Regionale per i Trapianti, l'ultima volontà espressa dal cittadino.

PROROGATA FINO AL 31 AGOSTO 2020 LA VALIDITÀ DEI DOCUMENTI DI RICONOSCIMENTO E DI IDENTITÀ

Si avvisa che il Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 cosiddetto "Cura Italia", al fine di evitare l’aggregazione di persone negli spazi degli uffici aperti al pubblico che non consentono di rispettare agevolmente una adeguata distanza interpersonale, con l’effetto di ridurre l’esposizione al rischio di contagio da COVID-19, ha previsto la proroga, al 31 agosto 2020, della validità dei documenti di riconoscimento e di identità di cui all’articolo 1, comma 1, lettere c), d) ed e), del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza successivamente al 17 marzo 2020.

I cittadini in possesso di documenti di riconoscimento o di identità scaduti o in scadenza successivamente al 17 marzo 2020 sono pertanto invitati a recarsi presso i competenti Uffici comunali solo successivamente al 31 agosto 2020 per procedere al rinnovo.

 La validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.

PROROGATA FINO AL 31 AGOSTO 2020 LA VALIDITÀ DEI DOCUMENTI DI RICONOSCIMENTO E DI IDENTITÀ

Si avvisa che il Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 cosiddetto "Cura Italia", al fine di evitare l’aggregazione di persone negli spazi degli uffici aperti al pubblico che non consentono di rispettare agevolmente una adeguata distanza interpersonale, con l’effetto di ridurre l’esposizione al rischio di contagio da COVID-19, ha previsto la proroga, al 31 agosto 2020, della validità dei documenti di riconoscimento e di identità di cui all’articolo 1, comma 1, lettere c), d) ed e), del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza successivamente al 17 marzo 2020.

I cittadini in possesso di documenti di riconoscimento o di identità scaduti o in scadenza successivamente al 17 marzo 2020 sono pertanto invitati a recarsi presso i competenti Uffici comunali solo successivamente al 31 agosto 2020 per procedere al rinnovo.

 La validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.

Cos'è la Carta di identità Elettronica (CIE)
Dal mese di maggio 2018 il Comune di Nucetto rilascia la Carta di Identità Elettronica (CIE).
La nuova Carta di Identità Elettronica (CIE) sarà uno strumento di identificazione del cittadino ed un documento di viaggio in tutti i Paesi appartenenti all'Unione Europea ed in quelli con cui lo Stato italiano ha firmato specifici accordi.
Per informazioni sui documenti necessari all'entrata in un Paese straniero consultare il sito del Ministero degli Esteri Viaggiare Sicuri.
I maggiorenni potranno inoltre indicare sulla CIE il consenso o il diniego alla donazione di organi e tessuti.

Dal 26 giugno 2008 la Carta d'identità per i maggiorenni ha validità 10 anni.
Con l'entrata in vigore del D.L. n. 5 del 09/02/2012 i documenti d'identità sono rilasciati con validità fino alla data, corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza.
 
Attenzione
Si segnala che a fronte dei ripetuti disagi verificatisi a nostri connazionali, determinati dal mancato riconoscimento da parte di alcuni Paesi delle carte di identità valide per l'espatrio prorogate mediante timbro, il Ministero dell'Interno ha emanato la Circolare n. 23 del 28/07/2010, con la quale ha comunicato che è possibile richiedere al proprio Comune di sostituire la Carta prorogata o prorogabile con una nuova, la cui validità decennale decorrerà dalla data del nuovo rilascio.
 
Chi puó chiedere il rilascio della Carta di identità:
 
- i cittadini italiani residenti a Nucetto (a condizione che non si trovino in una delle cause che impediscono il rilascio del passaporto)
- i cittadini stranieri residenti a Nucetto (rilascio della C.I. valida solo come documento di riconoscimento non per l'espatrio)
- i cittadini italiani residenti all'estero iscritti all'AIRE di Nucetto (N.B.: è previsto il rilascio/rinnovo della carta di identità anche presso gli uffici consolari di competenza territoriale previa richiesta di Nulla Osta al Comune)
- gli interdetti possono ottenere la carta d'identità valida per l'espatrio con l'assenso del tutore

Per ottenere il nuovo documento occorrerà presentarsi presso gli Uffici comunali con:
- una foto formato tessera (conforme alle norme Icao - ente deputato alla standardizzazione dei documenti di viaggio)
- la Tessera Sanitaria o il codice fiscale
- il documento d'identità scaduto o deteriorato, o l'eventuale denuncia di furto o smarrimento

Una volta in possesso della CIE sarà possibile verificarne la corretta emissione utilizzando il servizio online Verifica CIE.

Informazioni aggiuntive per minori di 18 anni
Dal 13 maggio 2011 tutti i minorenni possono richiedere il rilascio della Carta d'identità.
La nuova normativa ha stabilito una validità temporale diversa a seconda dell'età del minore:
 
3 anni per i minori con età compresa tra 0 e 3 anni
5 anni per i minori con età compresa dai 3 ai 18 anni

Con l'entrata in vigore del D.L. n. 5 del 09/02/2012 i documenti d'identità sono rilasciati con validità fino alla data, corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza.

La richiesta del documento deve avvenire in presenza del genitore esercente la potestà e del minore stesso.
Per la validità ai fini dell'espatrio occorre la firma di entrambi i genitori o di chi ne fa le veci. Se uno dei due genitori, o chi ne fa le veci, avesse serie difficoltà a presentarsi - ad esempio perché lavora o vive lontano, etc. -  puó far pervenire, prima del rilascio del documento, il modulo prestampato di atto di assenso al rilascio della carta di identità valida per l'espatrio, con allegata una fotocopia di un suo documento d'identità.

E' sempre necessaria la presenza del minore.
 
La carta d'identità per i minori di 14 anni valida per l'espatrio puó contenere sul retro il nominativo dei genitori.
Il giovane infatti puó recarsi all'estero solo accompagnato da almeno un genitore, o da una persona autorizzata da entrambi i genitori con una dichiarazione convalidata dal Commissariato di Polizia, dalla Questura o dalle Autorità Consolari.
La stessa dichiarazione è necessaria nel caso che il minore viaggi con il passaporto.

I minori stranieri non possono ottenere la carta d'identità valida per l'espatrio, pertanto è richiesta la firma di un solo genitore.

Costi e tempi

La CIE ha un costo di € 22,00 e deve essere pagata al momento della richiesta tramite contanti.

La Carta di Identità Elettronica viene consegnata dopo 6 giorni lavorativi presso l'indirizzo indicato dal cittadino al momento della richiesta, in quanto la stampa sarà effettuata dal Poligrafico dello Stato per tutti i Comuni; in alternativa, potrà essere richiesta anche la consegna presso gli Uffici comunali.

In caso di smarrimento, furto o deterioramento il duplicato della CIE ha un costo di € 27,00.

Solo nei casi eccezionali in cui puó essere rilasciata la vecchia carta cartacea il costo è di € 5,40 ed il suo rilascio è immediato. In caso di furto, smarrimento o deterioramento il duplicato ha un costo di € 10,50.

Cos'è la Carta di identità Elettronica (CIE)
Dal mese di maggio 2018 il Comune di Nucetto rilascia la Carta di Identità Elettronica (CIE).
La nuova Carta di Identità Elettronica (CIE) sarà uno strumento di identificazione del cittadino ed un documento di viaggio in tutti i Paesi appartenenti all'Unione Europea ed in quelli con cui lo Stato italiano ha firmato specifici accordi.
Per informazioni sui documenti necessari all'entrata in un Paese straniero consultare il sito del Ministero degli Esteri Viaggiare Sicuri.
I maggiorenni potranno inoltre indicare sulla CIE il consenso o il diniego alla donazione di organi e tessuti.

Dal 26 giugno 2008 la Carta d'identità per i maggiorenni ha validità 10 anni.
Con l'entrata in vigore del D.L. n. 5 del 09/02/2012 i documenti d'identità sono rilasciati con validità fino alla data, corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza.
 
Attenzione
Si segnala che a fronte dei ripetuti disagi verificatisi a nostri connazionali, determinati dal mancato riconoscimento da parte di alcuni Paesi delle carte di identità valide per l'espatrio prorogate mediante timbro, il Ministero dell'Interno ha emanato la Circolare n. 23 del 28/07/2010, con la quale ha comunicato che è possibile richiedere al proprio Comune di sostituire la Carta prorogata o prorogabile con una nuova, la cui validità decennale decorrerà dalla data del nuovo rilascio.
 
Chi puó chiedere il rilascio della Carta di identità:
 
- i cittadini italiani residenti a Nucetto (a condizione che non si trovino in una delle cause che impediscono il rilascio del passaporto)
- i cittadini stranieri residenti a Nucetto (rilascio della C.I. valida solo come documento di riconoscimento non per l'espatrio)
- i cittadini italiani residenti all'estero iscritti all'AIRE di Nucetto (N.B.: è previsto il rilascio/rinnovo della carta di identità anche presso gli uffici consolari di competenza territoriale previa richiesta di Nulla Osta al Comune)
- gli interdetti possono ottenere la carta d'identità valida per l'espatrio con l'assenso del tutore

Per ottenere il nuovo documento occorrerà presentarsi presso gli Uffici comunali con:
- una foto formato tessera (conforme alle norme Icao - ente deputato alla standardizzazione dei documenti di viaggio)
- la Tessera Sanitaria o il codice fiscale
- il documento d'identità scaduto o deteriorato, o l'eventuale denuncia di furto o smarrimento

Una volta in possesso della CIE sarà possibile verificarne la corretta emissione utilizzando il servizio online Verifica CIE.

Informazioni aggiuntive per minori di 18 anni
Dal 13 maggio 2011 tutti i minorenni possono richiedere il rilascio della Carta d'identità.
La nuova normativa ha stabilito una validità temporale diversa a seconda dell'età del minore:
 
3 anni per i minori con età compresa tra 0 e 3 anni
5 anni per i minori con età compresa dai 3 ai 18 anni

Con l'entrata in vigore del D.L. n. 5 del 09/02/2012 i documenti d'identità sono rilasciati con validità fino alla data, corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza.

La richiesta del documento deve avvenire in presenza del genitore esercente la potestà e del minore stesso.
Per la validità ai fini dell'espatrio occorre la firma di entrambi i genitori o di chi ne fa le veci. Se uno dei due genitori, o chi ne fa le veci, avesse serie difficoltà a presentarsi - ad esempio perché lavora o vive lontano, etc. -  puó far pervenire, prima del rilascio del documento, il modulo prestampato di atto di assenso al rilascio della carta di identità valida per l'espatrio, con allegata una fotocopia di un suo documento d'identità.

E' sempre necessaria la presenza del minore.
 
La carta d'identità per i minori di 14 anni valida per l'espatrio puó contenere sul retro il nominativo dei genitori.
Il giovane infatti puó recarsi all'estero solo accompagnato da almeno un genitore, o da una persona autorizzata da entrambi i genitori con una dichiarazione convalidata dal Commissariato di Polizia, dalla Questura o dalle Autorità Consolari.
La stessa dichiarazione è necessaria nel caso che il minore viaggi con il passaporto.

I minori stranieri non possono ottenere la carta d'identità valida per l'espatrio, pertanto è richiesta la firma di un solo genitore.

Costi e tempi

La CIE ha un costo di € 22,00 e deve essere pagata al momento della richiesta tramite contanti.

La Carta di Identità Elettronica viene consegnata dopo 6 giorni lavorativi presso l'indirizzo indicato dal cittadino al momento della richiesta, in quanto la stampa sarà effettuata dal Poligrafico dello Stato per tutti i Comuni; in alternativa, potrà essere richiesta anche la consegna presso gli Uffici comunali.

In caso di smarrimento, furto o deterioramento il duplicato della CIE ha un costo di € 27,00.

Solo nei casi eccezionali in cui puó essere rilasciata la vecchia carta cartacea il costo è di € 5,40 ed il suo rilascio è immediato. In caso di furto, smarrimento o deterioramento il duplicato ha un costo di € 10,50.

   Il Comune
Comune di Nucetto - Via Nazionale, 75 -12070 Nucetto (CN)
  Tel: 0174.74112   Fax: 0174.74092
  Codice Fiscale: 00510590045   Partita IVA: 00510590045
  P.E.C.: nucetto@cert.ruparpiemonte.it   Email: nucetto@reteunitaria.piemonte.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.